Menu

Metodi non-parametrici per valutare la sostenibilità di prodotti ed imprese

10:00 - 00:00
2017/11/29

Secondo un quadro concettuale che collega i Sustainable Development Goals, fissati dall’agenda delle Nazioni Unite al 2030 e sottoscritti da 170 paesi, alle linee guida della rendicontazione non finanziaria obbligatoria in Europa dal 2017, un’impresa è oggi chiaramente profilabile nel suo approccio alla sostenibilità. In questa prospettiva PLEF ha avviato con l’ISTAT un protocollo di ricerca sulle imprese italiane che nell’arco di un triennio potrà sviluppare un sondaggio sui principali argomenti discriminanti l’approccio delle singole imprese, per poi collegarlo alle casistiche disponibili nei registri statistici integrati delle rilevazioni ISTAT, per giungere a ipotesi di correlazione tra sostenibilità e competitività. Ultima fase di questa ricerca sarà lo sviluppo di casi studio in cui le diverse combinazioni tra sostenibilità e competitività verranno indagate in termini di impatto sul Benessere Equo Sostenibile delle comunità di appartenenza, per verificare la tesi che tramite approcci sostenibili si può far convergere l’obiettivo del più alto valore aggiunto e quello della migliore qualità della vita.  

 

L’intervento al convegno organizzato da SICC mostrerà: – per l’approccio d’impresa, i dettagli della prima fase: quadro concettuale e indagine sui discriminanti, mentre prospetterà soltanto le logiche della fase sulla competitività e sui casi studi di convergenza Valore e Benessere. – per l’approccio di prodotto, le possibili coerenze o incoerenze rispetto all’approccio d’impresa come principale criterio di valutazione sulle caratteristiche sostenibili di singoli prodotti o range di prodotti all’interno dell’attività d’impresa.    

Speakers

« Back to previous page